Facebook per hotel: vendere le camere del Mirtillo Rosso Family Hotel
Fulvio Julita storytelling social media marketing PLUME

Fulvio Julita

Mi occupo di storytelling d’impresa applicato a strategie di marketing digitale. Prendo per mano professionisti e imprese, attraverso il web e i social media li aiuto a comunicare meglio, valorizzare la loro identità e vendere.

Quale ruolo ha Facebook nel riempire le camere del Mirtillo Rosso?

È la domanda a cui ho dato risposta all’evento Social Media Strategies 2017 di Rimini. Ho scelto di parlare del Mirtillo Rosso perché è una sfida imprenditoriale affascinante quella dell’albergo valsesiano: l’unico posto al mondo dove è sempre Natale. Il Mirtillo Rosso Family Hotel è un caso che ha fatto molto parlare il settore alberghiero, riuscendo ad imporsi in pochi mesi all’attenzione del pubblico per la sua formula originale. A Rimini ho spiegato come l’idea di Stefano (direttore dell’hotel e co-founder di Plume) si sia trasformata in esperienza concreta. Ho raccontato di Riva Valdobbia, il piccolo centro ai piedi del Monte Rosa dove ha sede l’hotel. E ho illustrato il lavoro di marketing e di storytelling.

 

Ho ripercorso i primi passi, l’entusiasmo, le perplessità, soffermandomi sul ruolo strategico di Facebook: è grazie al social network se le notizie del Mirtillo raggiungono ogni giorno un target ben profilato e appassionato, costituito in gran parte da genitori con bambini da 0 a 12 anni. A loro si rivolge la narrazione fotografica di Lorenzo Lucca ed Elisa Piemontesi le cui immagini descrivono episodi, persone, luoghi, toccano l’interesse e accendono la curiosità, creando uno storytelling visivo coinvolgente.
Dietro alla semplicità del racconto sui social c’è un gran lavoro editoriale e il tenace impegno di Elisa nel gestire il dialogo con il pubblico. Spesso risponde a commenti e richieste di informazioni ad orari in cui nessuno si aspetterebbe.

Già mesi prima dell’apertura, Mirtillo era una presenza viva sul web. Iniziammo mostrando i lavori di costruzione dell’edificio e anticipando i temi dell’esperienza che gli ospiti avrebbero vissuto. Fin da allora lo storytelling sui social media riuscì a coinvolgere le persone intorno a questo progetto in maniera naturale, facendosi strada tra la curiosità della gente, per vendere camere ancor prima dell’apertura. Solo in seguito Lorenzo si preoccupò poi di individuare e raggiungere il pubblico adatto usando anche Facebook Ads, per ampliare il pubblico raggiunto dai contenuti che più piacevano. Una scelta che consentì di trovare il pubblico ideale, coinvolgendolo anch’esso attraverso una storia emozionante.

Grazie alla Pagina Facebook, chi ha soggiornato al Mirtillo rimane legato al ricordo dell’esperienza vissuta. Il rapporto si alimenta con il racconto parallelo dello staff dell’albergo, quello di Stefano, di Fabio e degli altri “mirtilli”, attraverso i rispettivi profili social.

Insomma, chi ha avuto modo di ascoltare ha compreso come narrazione, advertising e dialogo siano stati i tre temi portanti della strategia del Mirtillo.